• Accreditato da
  • Partner
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) interessa circa il 5-10% degli uomini di 40 anni di età, per arrivare ad un massimo dell’80% negli uomini tra i 70 e gli 80 anni. Alla IPB possono essere associati disturbi a carico delle basse vie urinarie che consistono in sintomi da riempimento, da svuotamento e post-minzionali. Questi disturbi, oltre a essere responsabili di un peggioramento della qualità di vita dei pazienti, possono col tempo, se trascurati, peggiorare e portare a complicazioni infettive e/o ostruttive.

Il trattamento della IPB dipende dalla gravità dei sintomi e, nei pazienti con IPB moderatamente grave, questo consiste prevalentemente nella somministrazione di alfa-bloccanti selettivi, in monoterapia o in associazione a inibitori della 5-alfa-reduttasi. Al contrario, in pazienti con IPB lieve-moderata, si sta sempre più diffondendo l’utilizzo di piante medicinali, sia come parte di pianta sia come estratto. Le piante medicinali di cui si hanno maggiori evidenze di efficacia nel miglioramento dei sintomi urinari e di lievi effetti avversi sono la Serenoa repens, il Pygeum africanum e l’Urtica dioica, mentre per altre, come ad esempio Epilobium spp., Secale cereale, Roystonea regia sono necessarie ulteriori prove cliniche.

Sulla base di queste premesse risulta evidente come sia necessaria una continua formazione relativamente alla patologia ed ai trattamenti disponibili, sia quelli con i farmaci tradizionali sia quelli con integratori, o loro associazioni, per identificare le migliori terapie finalizzate alla riduzione dei sintomi di IPB, che presentino un profilo di rischio/beneficio favorevole, e garantiscano quindi il miglioramento della qualità di vita.

La attività proposta al gruppo di Discussant/partecipanti prevede la Osservazione strutturata delle modalità di gestione del paziente, con la finalità di valutare la terapia impiegata per ridurre i sintomi associati ad IPB. La condivisione degli obiettivi mediante FAD sincrona, la disponibilità di numero 2 Tutor per ciascun Gruppo e la condivisione di quanto emerso dalla FSC, nel corso del secondo incontro FAD, consentirà ai partecipanti di migliorare le conoscenze relative alla gestione del paziente con IPB.

Programma

08/06/2020 – 15/06/2020– FAD 1 - con videoconferenza via web il 08/06/2020

PROGRAMMA SCIENTIFICO

15:30 – 15:40                     Introduzione e finalità del progetto formativo

15:40 – 16:00                     IPB: una patologia sempre più attuale

16:00 – 16:30                     Analisi sistematica delle terapie per il trattamento dei LUTS

16:30 – 16:40                     Presentazione dell’Osservazione

16:40 – 16:50                     Discussione

16:50 – 17:00                     Saluti e chiusura del collegamento

Nota Bene: è possibile la fruizione asincrona fino al 15/06/2020

 

09/11/2020 - 16/11/2020– FAD 2 - con videoconferenza via web il 09/11/2020

 

PROGRAMMA SCIENTIFICO

15:30 – 15:50                      Introduzione e condivisione dell’esperienza

15:50 – 16:10                      Analisi delle osservazioni raccolte

16:10 – 16:30                      RWE dell’utilizzo di nutraceutici e integratori alimentari nell’IPB

16:30 – 16:45                       Discussione e condivisione sull’efficacia della strategia formativa

16:45 – 17:00                      Saluti e chiusura del collegamento

Nota Bene: è possibile la fruizione asincrona fino al 16/11/2020

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Requisiti minimi:

Hardware: - Computer con scheda audio - Risoluzione video minima 1024x768 o superiore - Connessione internet Sistemi operativi a 32 o 64 bit:

Microsoft Windows - Mac OS X Browser: - Internet Explorer - Mozilla - Firefox - Google Chrome - Safari

Procedure di valutazione

Questionario (on-line: a risposta multipla e a doppia randomizzazione)

Superamento test di verifica con risposte esatte 75%

Informazioni

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONANTE DI:

 

Responsabili

Responsabile scientifico

Docente

Tutor

  • AA
    Dott. ALESSANDRO ANTONELLI
    DIRETTORE CLINICA UROLOGICA Azienda Ospedaliero Universitaria Integrata di Verona, presso l'ospedale civile maggiore di Borgo Tre
    Scarica il curriculum
  • RG
    Dott. RICCARDO GRISANTI
    Primario Urologia OSP.SASSUOLO
  • DR
    Dott. DANIELE ROMAGNOLI
    Dir. Centro Cura pat. Prostatiche Policlinico Abano Terme

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Geriatria
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Patologia clinica
  • Urologia
leggi tutto leggi meno

Allegati