AVVISO IMPORTANTE

Per usufruire del corso, è preferibile utilizzare i seguenti browser:

per Windows e MacOs: Google Chrome, Firefox, Opera, Brave ed Edge.

È vivamente sconsigliato l'utilizzo di Safari.

  • Accreditato da
  • Partner
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

La Consensus di Montreal1 definisce la Malattia da Reflusso Gastroesofageo (MRGE) come una condizione clinica conseguente al reflusso del contenuto gastrico in esofago (reflusso gastro esofageo, RGE). 1,2

La MRGE si manifesta tipicamente con dolore epigastrico, dispepsia, disfagia, odinofagia, nausea e vomito. 3 La complicanza principale della MRGE è l’esofagite. Una complicanza a lungo termine è la metaplasia intestinale (esofago di Barrett).3 Oltre che l’esofago, il reflusso, come è noto, può interessare le mucose delle vie respiratorie (reflusso extraesofageo o reflusso laringo-faringeo, Laryngopharyngeal Reflux, LPR degli Autori anglosassoni): in questo caso si manifesta con tosse, laringite, sinusite, faringite, otiti medie, asma1.

La prevalenza della MRGE nel nostro Paese è elevata: 4,5 circa il 44% della popolazione ne è interessata, nel corso della vita, con gravità e frequenza variabili.4 La malattia interessa tutte le età. La prevalenza dell’esofago di Barrett sarebbe pari in Italia all’1,3%.4 In Italia si calcola che circa il 74% dei pazienti con MRGE presenta qualche sintomo extraesofageo; tra il 19,9% e il 38,7% presenta disturbi a carico della gola6.

La patogenesi della MRGE è piuttosto complessa e il danno mucosale è il risultato della prevalenza di diversi eventi e fattori lesionali sui meccanismi di “protezione mucosale”. Questi ultimi si compongono di una barriera funzionale pre-epiteliale, data dagli ioni bicarbonato presenti nella saliva, dalla peristalsi esofagea (clearance esofagea) e dalla vera e propria barriera epiteliale

Proprio in ragione dei diversi meccanismi fisiopatologici in gioco, anche l’approccio terapeutico alla MRGE rimane piuttosto controverso e, in parte almeno, inadeguato, essendo ancora oggi basato sull’algoritmo di Ford 8 che prevede l’associazione di norme dietetiche e comportamentali e un trial empirico con IPP.

Tuttavia i dati disponibili dimostrano che circa la metà dei pazienti risponde poco alla terapia antiacida.

Le evidenze sono ancora più controverse per i soggetti con sindrome atipica extraesofagea. I dati derivati dai trial controllati2 dimostrano che la terapia empirica con PPI non risulta più efficace del placebo nell’alleviare i sintomi di pazienti con reflusso laringo-faringeo (RLF).

Inoltre né i sintomi, né i rilievi laringoscopici o pH-metrici risultano predittivi della risposta alla terapia con inibitori di pompa in questi pazienti.9

Il percepito è che ad oggi le malattie da reflusso sono in costante aumento, probabilmente anche a causa delle nuove abitudini di vita, e che l’automedicazione con IPP, senza controllo medico, sia la scelta terapeutica più diffusa, con i conseguenti rischi di abuso.

Programma

PROGRAMMA SCIENTIFICO

01/07/2020 al 31/08/2020 FAD 1 - con videoconferenza via web MERCOLEDì 1/07/2020

 

15:30 – 15:35                                 Introduzione e finalità del progetto formativo – I. Stroppa           

15:35 – 15:50                                 Il RGE: caratteristiche, sintomi, diagnosi clinica – E. Savarino, I. Stroppa

15:50 – 16:10                                 RGE e Laringo Faringeo: gemelli diversi - M. Gelardi

16:10 – 16:25                                 Focus sul paziente pediatrico – M.E. Baldassarre

16: 25 - 16:40                                 Opportunità terapeutiche per il trattamento del RGE e RLF – D. Cossu

16:40 – 16:55                                 Presentazione dell’Osservazione– D. Cossu, M.E. Baldassarre, F. Faggionato

16:55 – 17:00                                 Discussione e chiusura del collegamento

 

 

 

16/11/2020 al 31/12/2020   FAD 2 - con videoconferenza via web LUNEDì 16/11/2020

 

15:30 – 15:40                                 Introduzione e condivisione dell’esperienza – I. Stroppa

15:40 – 16:10                                 Analisi delle osservazioni raccolte - (tutti i Relatori)

16:10 – 16:40                                 Confronto della analisi vs studi di Real Life e Linee Guida - E.Savarino, M.Gelardi

16:40 – 16:55                                 Discussione e valutazione dell’efficacia della strategia formativa

16:55 – 17:00                                 Saluti e chiusura del collegamento

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Procedure di valutazione

Produzione/elaborazione di un documento

QUESTIONARIO (ONLINE: A RISPOSTA MULTIPLA E A DOPPIA RANDOMIZZAZIONE)

SUPERAMENTO TEST DI VERIFICA CON RISPOSTE ESATTE 75%

Lingua

Italiano

Informazioni

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONANTE DI:

 

Responsabili

Responsabile scientifico

  • IS
    Prof. ITALO STROPPA
    Titolare di Incarico di Alta Specialità in Endoscopia Digestiva Operativa e d’Urgenza, Dip. di Medicina, Univ. Tor Vergata, Roma
    Scarica il curriculum

Docente

  • IS
    Prof. ITALO STROPPA
    Titolare di Incarico di Alta Specialità in Endoscopia Digestiva Operativa e d’Urgenza, Dip. di Medicina, Univ. Tor Vergata, Roma
    Scarica il curriculum

Relatore

  • MB
    Prof.ssa MARIA ELISABETTA BALDASSARRE
    Dirigente I livello Resp. U.O. Neonatologia Università di Bari
    Scarica il curriculum
  • DC
    Prof. DIEGO COSSU
    Professore a contratto di "Vocologia" Università di Torino
    Scarica il curriculum
  • FF
    Dott. FRANCESCO FAGGIONATO
    Titolare Farmacia Montebelluna
    Scarica il curriculum
  • MG
    Prof. MATTEO GELARDI
    Dirigente I livello Resp. U.O.S. di Rinologia Università di Bari
  • ES
    Prof. EDOARDO VINCENZO SAVARINO
    Professore Associato UOC Gastroenterologia – Università di Padova
    Scarica il curriculum

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Audiologia e foniatria
  • Cardiologia
  • Chirurgia Generale
  • Gastroenterologia
  • Geriatria
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Otorinolaringoiatria
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica

Farmacista

  • Farmacia territoriale

Biologo

  • Biologo

Dietista

  • Dietista
leggi tutto leggi meno

Allegati